Sinossi

Flavio è un corriere della droga, conosce lei e il suo amore gli fa cambiare vita. Ma uno strano evento, che si ripete con cadenza apparentemente casuale cambia il corso della sua esistenza continuamente e lo costringe a vivere una serie di avventure in cui si mescolano malavita, amore, omicidi e una ragazza perennemente in pericolo di vita il tutto condito da flashback e un turbinio di cose e di fatti in continua mutazione...

Note di sceneggiatura

"Flavio è sdraiato sul letto ed è agitato, sta aspettando qualcosa, ormai sa che sta per succedere, ogni tanto gira lo sguardo verso di lei come ad accertarsi che sia ancora li a dormire e poi ritorna a guardare l'orologio. E' sdraiato di lato e fissa il quadrante mentre scandisce i minuti, sono le 02:14. Scattano le 02:15, lui si gira perché adesso lei si sta muovendo nel letto dandogli le spalle, la guarda e ritorna con gli occhi sull'orologio ma questo segna di nuovo 02:14, pochi secondi e scatta di nuovo alle 02:15. Daniela ripete lo stesso identico movimento di prima e Flavio capisce che qualcosa sta accadendo di nuovo..."

"... entra in casa, c'è molto disordine e ha l'aspetto un po' dismesso come lui e la sua anima. Entra in cucina e apre il frigo, c'è un po' di frutta ammuffita, una bottiglia di latte forse andata a male e un cartoccio di alluminio. Lo apre e dopo averlo annusato decide che può provare a mangiarlo. Mentre si dirige al divano si sofferma di fronte al muro dove è steso un grande foglio di carta da pacchi su cui è raffigurato uno schema che si presenta come un puzzle fatto di numeri, date e oggetti incollati. Va verso il televisore accende la spia, si siede sul divano e mette il cartoccio sul tavolino che ha di fronte, dove c'è anche una sveglia. Sono le 21:15, regola la suoneria alle 22, la aziona e da la carica..."

"... un amico medico gli faceva segnare l'inizio di ogni ora del giorno su una agendina. Facendo seguire il metodo con costanza scoprì che il paziente se in qualche momento si "assentava", non scriveva le ore per tutto il tempo che era "mancato". Quindi ne aveva la certezza e con un po' di approssimazione, anche quante ore era durata..."

"... ha un flashback confuso. Si trova in un posto collinare isolato dove tutto intorno ruotano pale eoliche, sta scambiando la valigetta con una borsa da sport con due ragazzi ma la scena si riavvolge come un nastro fino a tornare in auto dove è Rocco che prende in consegna la valigetta per fare lo scambio, ma arrivato nei pressi dei ragazzi,tira fuori la pistola e spara! In quel singolo istante sembra aver memorizzato due versioni dello stesso fatto ma quando Rocco spara tutto sembra più nitido e definito..."

"...in qualche modo si deve morire..."